Potenziali Evocati Multimediali

Potenziali Evocati Multimediali è una impresa sociale nata a dicembre 2021 dalla sinergia fra i neodiplomati della Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino (triennio 2018/21), un allievo del Master in “Critica Giornalistica” dell'Accademia “Silvio D'Amico”, Roberto Tarasco e Gabriele Vacis. PEM si occupa di Arte, Pedagogia e Cura. Tramite laboratori, seminari e performance, PEM diffonde la formazione teatrale, favorisce l'inclusione sociale, e promuove il teatro oltre lo spettacolo.

Ideare Frammenti di resistenza ha significato soprattutto una cosa: chiedersi con onestà cosa della Resistenza partigiana ancora ci riguardasse. Sono pochi i motivi, ma essenziali, in qualche modo esistenziali. Abbiamo qualcosa per cui vale la pena di morire? I partigiani ce l’avevano, se non pronti erano per lo meno disposti a sacrificare la loro vita in nome di qualcosa. E noi ragazzi d’oggi?

"La tragedia di Eschilo coglie il momento del conflitto tra Zeus e Prometeo, dopo che il figlio del titano ha protetto gli uomini, la sua creazione, dal dio capriccioso a cui gli uomini già non piacevano più, era geloso perché assomigliavano troppo agli dei. E come li protegge Prometeo? Donando loro il fuoco, cioè la tecnologia. Quando Zeus scopre che il suo amico gli ha rubato il fuoco per donarlo agli uomini si sente tradito e punisce Prometeo nel peggiore dei modi: lo spedisce ai confini del mondo, che per i greci era il Caucaso, e lo fa incatenare ad una rupe dove tutte le mattine un’aquila verrà a divorargli il fegato che ogni notte gli ricresce."

In scena il 29, 30 settembre e 1 ottobre 2022 al Teatro Olimpico di Vicenza.


Regia di Gabriele Vacis

Co-produzione Teatro Olimpico di Vicenza, CMC nido di ragno, PEM Impresa Sociale.

"Nel Risveglio di primavera ci sono Moritz, Melchior, Wendla, Hänschen, Ilse, Martha, appena quattordici anni a testa. E intorno a loro, insieme a loro, c’è una generazione che non sa di essere persa. Come tutte le generazioni di adolescenti. Gli adulti sono muti, non hanno le parole per reggere il cambiamento che sta arrivando, e quando parlano non sanno cosa dire, e fanno guai. I ragazzi sentono il loro corpo cambiare, il risveglio del titolo anima i loro sogni e le loro paure, non ci sono maestri che possano insegnargli come si fa a sopravvivere. E così il sesso, lo stupro, l’aborto, l’omosessualità e il suicidio vanno a braccetto con i compiti di matematica, i nastri rosa da passare nelle camicie, i nontiscordardimè da cogliere al fiume. È una tragedia di ragazzi – come dice il sottotitolo – e in questa tragedia si riflettono tutti gli spettri di un Novecento che stava arrivando. Fino al nostro nuovo millennio che protrae all’infinito le adolescenze."


Regia di Gabriele Vacis

Produzione PEM Impresa Sociale.

Awareness Campus 2022 - Malesco

Sguardi Aperti - Cesena

Sguardi Aperti - Bentivoglio

Gli ultimi articoli di PEMsiero in collaborazione con la Casa del Teatro Ragazzi (Torino)

La Caverna e il teatro di Fabrizio Walter Artero

L'Osservatorio dei ragazzi di Fabrizio Walter Artero

Multimedialità

La nostra partecipazione a "L'Appello" di Alessandro D'Avenia